Indennità 600 euro

INDENNITA’ COVID19 – 600 EURO: I BENEFICIARI

Gli articoli 27 – 28 – 29 – 30 e 38 del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18 (cosiddetto “Cura Italia”) attribuiscono per il mese di marzo 2020 un’indennità dell’importo pari ad € 600, non soggette ad imposizione fiscale, ai seguenti soggetti:

 

Liberi professionisti e collaboratori coordinati e continuativi:

– liberi professionisti con partita IVA attiva alla data del 23 febbraio 2020;

– lavoratori titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa attivi sempre alla data del 23 febbraio 2020 e iscritti alla gestione separata dell’INPS.

Ai fini dell’accesso all’indennità, tali categorie di lavoratori non devono essere titolari di pensione e non essere iscritti ad altre forme di previdenza obbligatoria.

 

Lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali dell’Assicurazione generale obbligatoria:

– Artigiani
– Commercianti
– Coltivatori diretti, coloni e mezzadri

Ai fini dell’accesso all’indennità, tali categorie di lavoratori non devono essere titolari di pensione e non essere iscritti ad altre forme di previdenza obbligatoria ad esclusione della Gestione separata INPS.

 

Lavoratori stagionali dei settori del turismo e degli stabilimenti termali

L’indennità è assegnata ai lavoratori dipendenti stagionali dei settori del turismo e degli stabilimenti termali che abbiano cessato il rapporto di lavoro tra 1° gennaio 2019 al 17 marzo 2020. Ai fini dell’accesso all’indennità, tali categorie di lavoratori non devono essere titolari di pensione e non devono essere titolari di rapporto di lavoro dipendente alla data del 17 marzo 2020.

 

Lavoratori agricoli

Possono accedere all’indennità gli operai agricoli a tempo determinato e le altre categorie di lavoratori iscritti negli elenchi annuali solo se:
– possano fare valere nell’anno 2019 almeno 50 giornate di effettivo lavoro agricolo dipendente;
– non siano titolari di pensione.

 

Lavoratori dello spettacolo

Trattasi dei lavoratori dello spettacolo iscritti al Fondo pensioni dello spettacolo, che abbiano i seguenti requisiti:
– almeno 30 contributi giornalieri versati nell’anno 2019;
– un reddito annuo (2019) non superiore a 50.000 euro;
Ai fini dell’accesso all’indennità, tali categorie di lavoratori non devono essere titolari di pensione e non devono essere titolari di rapporto di lavoro dipendente alla data del 17 marzo 2020

L’erogazione dell’indennità avverrà a cura dell’Istituto di Previdenza Nazionale Sociale; unico limite riguarda i soggetti già titolari di pensione ai quali l’indennità non sarà assegnata.

 

Come richiedere l’indennità

L’INPS sta provvedendo alla predisposizione della modulistica e delle specifiche tecniche per poter presentare telematicamente la domanda di attribuzione dell’indennità.

Con Messaggio n. 1381 del 26 marzo 2020, la stessa INPS ha fornito chiarimenti relativi alla presentazione della domanda: l’istanza per l’indennità di 600 € potrà essere presentata esclusivamente in modalità telematica. L’accesso ai servizi online dell’INPS avviene attraverso una delle seguenti tipologie di credenziali:

  • PIN dispositivo rilasciato dall’Inps;
  • SPID di livello 2 o superiore;
  • Carta di Identità Elettronica 3.0 (CIE);
  • Carta Nazionale dei Servizi (CNS).

Al fine di garantire a tutti i cittadini il diritto di accesso alle prestazioni economiche e agli altri servizi individuali con modalità per emergenza Coronavirus, l’INPS ha attivato una nuova procedura di rilascio diretto del PIN dispositivo che consente ai cittadini di compilare e inviare le domande con l’inserimento della sola prima parte del PIN ricevuto via SMS o e-mail.

 

Le indennità sopra riportate non sono tra esse cumulabili e non sono riconosciute ai percettori di reddito di cittadinanza.

Condividi questo post

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email