Lavori di ristrutturazione

Modello 730: novità tra le detrazioni

Con Provvedimento Prot. n. 10652/2019 del 15/01/2019, l’Agenzia delle Entrate ha approvato il modello 730/2019  unitamente alle relative istruzioni.

Confermate le scadenze già vigenti per l’anno d’imposta 2017:

  • 7 marzo 2019: entro tale data i sostituti d’imposta (datori di lavoro o enti previdenziali) devono consegnare le Certificazioni Uniche 2019 (CU) relative ai redditi erogati nell’anno 2018;
  • 23 luglio 2019: i contribuenti che intendono avvalersi dell’assistenza fiscale di un CAF o altro professionista abilitato hanno tempo fino a tale data per l’elaborazione della dichiarazione dei redditi percepiti nell’anno 2018 tramite modello 730/2019;
  • a partire dal mese di luglio, agosto per i pensionati, i sostituti d’imposta procedono con la liquidazione del credito spettante o con la trattenuta del debito derivante da modello 730.

Tra le novità rientrano:

 

Patrimonio edilizio e risparmio energetico

Come avvenuto per gli anni precedenti, anche per il 2019 sono state confermate le principali agevolazioni su ristrutturazioni edilizie e bonus energia con aliquote rispettivamente al 50% e al 65%.

Nella fattispecie la novità riguarda l’introduzione di casistiche particolari, con una modifica della percentuale di detrazione per le spese finalizzate al conseguimento del risparmio energetico su edifici esistenti, che in alcuni casi è ridotta al 50%  e in altri è innalzata all’80%.

E’ stato introdotto inoltre l’obbligo di invio della scheda tecnica all’ENEA per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio finalizzati all’ottenimento di risparmio energetico.

 

Bonus giardini

Per tutti i lavori di sistemazione delle aree verdi, scoperte e private, è prevista una detrazione del 36% su un tetto massimo di spesa di 5.000 euro. Rientrano dunque tra i lavori per i quali è possibile ottenere l’agevolazione anche:

  • “sistemazione a verde” di impianti di irrigazione e realizzazione dei pozzi;
  • realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili.

 

Abbonamento trasporto pubblico

Coloro che utilizzano il trasporto pubblico per effettuare spostamenti possono beneficiare di una nuova detrazione IRPEF del 19% circa le spese sostenute per l’acquisto di abbonamenti su un importo complessivo non superiore a 250 euro.

 

Sisma bonus

La detrazione riguarda gli interventi effettuati sulle parti comuni degli edifici condominiali ricadenti nelle zone sismiche di classe 1, 2, e 3. Gli interventi devono essere finalizzati contemporaneamente alla riduzione del rischio sismico e alla riqualificazione energetica. Il cosiddetto Sisma bonus è una detrazione variabile in base al  passaggio ad una classe di rischio inferiore o a due classi di rischio inferiore.

A ciò si aggiunge una detrazione del 19% per i contratti assicurativi stipulati per unità immobiliari ad uso abitativo contro il rischio di eventi calamitosi.

 

Agevolazione ONLUS e APS

Sono previste agevolazioni al 30% per le erogazioni liberali in favore di ONLUS e associazioni di promozione sociale (APS) e al 35% per le organizzazioni di volontariato per un importo non superiore a 30.000 euro, in alternativa alla deduzione delle stesse.

 

Restano confermate le detrazioni principali, tra le quali:

  • spese sanitarie;
  • spese veterinarie;
  • interessi passivi di mutuo per l’acquisto dell’abitazione principale;
  • spese per l’attività sportiva svolta da ragazzi di età compresa tra i 5 e i 18 anni;
  • spese sostenute per il pagamento di rette dell’asilo nido.

Condividi questo post

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email