Contributi e pensione

Contributi e pensione

patronato epas

INFO UTILI

Se sei un pensionato o hai percepito indennità di disoccupazione, provvediamo noi al rilascio della Certificazione Unica

COME TI AIUTIAMO

EPAS - Ente di Patronato e di Assistenza Sociale, promosso dalla F.N.A. (Federazione Nazionale Agricoltura) si propone come "nuova forza" a completo servizio dell'utente per l’assistenza Sociale e Previdenziale.

Perchè rivolgersi ad un consulente specializzato in assistenza previdenziale?

Il servizio di assistenza previdenziale ha lo scopo di fornire supporto per il corretto espletamento delle procedure atte alla verifica dei requisiti e al conseguimento della pensione. L’erogazione dei trattamenti individuali in forma pensionistica da parte degli enti previdenziali risponde ai requisiti dello schema di assistenza sociale al quale i contribuenti hanno aderito in Italia o all’estero.

Considerato il continuo susseguirsi di riforme nel settore previdenziale non è sempre agevole per l’utente districarsi nella complessa normativa che regola i regimi pensionistici; diviene quindi essenziale la consulenza di un professionista del settore onde evitare rallentamenti o impedimenti nel conseguimento dell’agognata pensione.

Pensioni, verifiche e regolarizzazioni

L’INPS agisce da sostituto d’imposta erogando gli assegni al netto delle ritenute fiscali ed effettuando i conguagli annuali di legge.
I trattamenti pensionistici principali sono la pensione di anzianità, conseguibile dal lavoratore al raggiungimento dell’anzianità contributiva richiesta e la pensione di vecchiaia, il cui diritto sorge al raggiungimento dell’età anagrafica necessaria.

I requisiti di accesso sono differenti per uomini e donne poiché fissati in relazione alle diverse aspettative di vita: sulla base di queste ultime possono variare i limiti di accesso contributivi e anagrafici. 

Lo schema previdenziale italiano include inoltre la pensione di inabilità. Ne hanno diritto quanti si trovino nell’impossibilità fisica permanente a svolgere qualsiasi attività lavorativa e soddisfino il requisito contributivo richiesto. Qualora la capacità lavorativa sia ridotta a meno di un terzo per infermità fisica o mentale, fermo restando il requisito contributivo, l’INPS garantisce un Assegno Ordinario di Invalidità.

I nostri servizi di consulenza prevedono un accurato esame della posizione previdenziale del lavoratore, a partire dalla verifica della sussistenza dei requisiti necessari all’ottenimento delle le prestazioni economiche. Non è escluso che dai controlli emerga la necessità di procedere alla regolarizzazione della posizione assicurativa: nel caso in cui emergano incongruenze contributive o inesattezze, tramite l’assistenza fornita dal patronato EPAS, viene avanzata istanza di correzione.

L’istituto del cumulo integra il quadro delle opportunità di cui si dispone per definire le erogazioni delle prestazioni: qualora il lavoratore abbia posizioni assicurative in differenti gestioni INPS, sarà possibile chiedere il cumulo di quanto maturato in un’unica gestione.  Questa opzione è attivabile su istanza dell’interessato o degli eventuali superstiti.

Esperite le verifiche con esito positivo, l’utente riceve un supporto operativo nella formulazione della domanda di pensione. In tutti i casi le richieste saranno inviate telematicamente all’INPS in qualità di patronato abilitato.

Supplementi, riscatti e accrediti

La legge che definisce i trattamenti pensionistici è articolata in vari istituti che regolano le possibili casistiche ricorrenti nella vita contributiva del lavoratore.
Tra questi, il Supplemento di Pensione rappresenta un incremento del trattamento pensionistico, il cui diritto sorge nel momento in cui il pensionato continui ad effettuare versamenti contributivi in periodi successivi alla data di decorrenza della pensione di cui è titolare. È il caso dei pensionati lavoratori, per i quali occorrerà accertare il raggiungimento di periodi contributivi minimi fissati dalla legge per il supplemento.
Un’ ulteriore eventualità è rappresentata dalla Pensione Supplementare di Vecchiaia, anch’essa erogabile su istanza dell’interessato. Per accedere a tale trattamento occorre avere conferma dell’esistenza di contributi inferiori ai minimi su posizioni previdenziali diverse e avanzare apposita domanda all’INPS.

I lavoratori possono riscattare a titolo oneroso gli anni di studio universitario. Anche il Riscatto Laurea prevede una specifica istanza, il cui successo dipende dall’effettivo conseguimento del titolo di laurea e dalla congruenza del periodo per cui si chiede il riscatto. 
Esiste infine la possibilità di proporre richiesta di accredito dei contributi figurativi del servizio di leva, esclusivamente per periodi non coperti da altra contribuzione. Il diritto è sottoposto alla verifica della insussistenza di altra contribuzione e all’autocertificazione della durata del servizio militare obbligatorio.

Pensioni ai superstiti (reversibilità indiretta e indennità una tantum)

Nel caso di morte dell’assicurato o del pensionato iscritto ad una delle diverse gestioni INPS, i familiari hanno diritto alla pensione al verificarsi di specifiche condizioni. Le forme di reversibilità o indennità sono destinate al coniuge o al superstite in caso di unione civile, oltre che ai figli o ai soggetti equiparati. L’assistenza nella verifica delle condizioni di accesso al trattamento per superstiti prevede l’esame dei diversi profili legali che consentono o escludono la prestazione.
Va sottolineato che ai superstiti spetta il riconoscimento di ratei maturati e non riscossi dall’avente diritto. Anche in questo caso l’istanza deve essere promossa attraverso apposita modulistica

Ricostituzione pensionistica

L’assistenza nelle verifiche e nella predisposizione delle istanze si estende a procedure ancora più specifiche, quali la Ricostituzione Pensionistica, che richiede di attivare le opportune procedure per ottenere un ricalcolo del trattamento pensionistico. 
In presenza di carenza contributiva, EPAS fornisce assistenza nella formulazione e nella presentazione della domanda di autorizzazione ai versamenti volontari. 
Alla luce della crescente mobilità internazionale del lavoro, il tema delle pensioni in regime internazionale assume un particolare rilievo. È possibile fruire di servizi di assistenza specialistica che supportano il lavoratore nella verifica dei requisiti e nella redazione delle istanze di aggregazione dei trattamenti maturati in paesi esteri in una erogazione unica. Questa procedura è percorribile solo in presenza di convenzioni bilaterali di sicurezza sociale tra stati.